mercoledì 23 novembre 2011

Per tutte le volte che non ti conosco

anche ora, fianco a fianco su un palco, ti guardo e guardo una faccia un corpo che si confonde tra tutti gli altri.
non più speciale.
poi, a momenti,

ricordo

e mi ritrovo in ginocchio

2 commenti:

  1. Quando per me il ricordo si fa troppo violento, rifuggo.

    RispondiElimina
  2. a volte vorrei poterli ammazzare i ricordi!

    RispondiElimina