lunedì 24 gennaio 2011

pensavo

che mi ha portato in ospedale
quella volta che ti sei sdraiato sopra di me su un prato
che ti ho risposto allegra e tu sei scoppiato a piangere
quella notte quando mi hai svegliato con un messaggio
quando siamo andati a londra e poi siamo tornati indietro
quella volta che hai urlato al telefono siamo solo amici
quando mi hai svegliato di domenica mattina con un vassoio di paste
la notte che ti ho dato la buonanotte e tuo padre era morto
quando in chiesa ti ho trovato gli occhi e siamo restati fermi a guardarci
quel giorno che mi hai detto ho paura
quel giorno che ti ho detto ho paura
il pomeriggio al mare soli io e te
le vetrine illuminate e noi a guardarle
la sera che ti ho detto ti voglio bene, e la sera che non mi hai risposto.

http://www.youtube.com/watch?v=UHPpObMQnik

(io non so se l'amavo ma camminava con me)

4 commenti:

  1. il giorno in cui non riesci a dire "ti voglio bene" perchè sarebbe una bugia
    Il giorno in cui ti dice "ti voglio bene" e vorresti fosse una bugia

    RispondiElimina
  2. Sì, possiamo considerarci interscambiabili, io e te...

    RispondiElimina
  3. :) ho visto dall'amministrazione che sei passata. Sì ero io :) quella che scrive le cose che potrebbero appartenerti. Un abbraccio traffic

    RispondiElimina
  4. trafiiiic!! ciao bella donna!

    RispondiElimina